10 lezioni per il successo nella vita direttamente da Marco Aurelio

2018: email marketing ancora strategico


Sai gestire una campagna di email marketing di successo? Ti stai chiedendo se la tua strategia può funzionare? Ti do un semplice dato: ogni giorno vengono inviate circa 269 miliardi di e-mail. Tutti noi siamo inondati di messaggi, la concorrenza si fa spietata. Come fare?

In un mondo sempre più legato ai Social Media e alle App di messaggistica diretta (WhatsApp, Telegram, WeChat, Snapchat, ecc.) in pochi, forse, penserebbero che i numeri di posta elettronica crescono. Sì, l'email marketing rimane ancora una strategia molto importante. Per questo motivo si rivela essenziale imparare a fare campagne email marketing di successo, capire come raggiungere il proprio pubblico di riferimento e mantenerlo nel lungo periodo.

Perché pianificare una campagna di email marketing nel 2018?

Come confermano i dati citati, tutt'oggi uno dei grandi vantaggi è che le persone continuano ad utilizzare la posta elettronica. Un interessante articolo spiega il perché l'email marketing non sia morto e che il 90% degli adulti e il 74% degli adolescenti utilizzano le e-mail regolarmente.

Se ben il 74% degli adolescenti usa ancora le email, ciò rende l'email marketing lo strumento perfetto per costruire relazioni con i clienti e generare interesse e vendite. Ma prima di tutto è importante fare un lavoro di pianificazione per poi identificare tutti i passi da compiere, ecco un interessante articolo che descrive come fare email marketing nel 2018.

Who, What, When, Where

Le 4 W, ecco le fondamenta su cui basare la strategia di ogni azione marketing. Devi tenere conto di:
  • Who, chi sei tu e come vuoi farti vedere, chi è il tuo cliente, a chi ti rivolgi (persona)
  • What, cosa vuoi comunicare e a cosa è interessato il tuo pubblico (contenuti)
  • When, quando pubblicare, ovvero pianificare con cura l'uscita di ogni singolo messaggio
  • Where, dove comunicare, il mio pubblico dove/come riceverà il messaggio? 
Tutto il buon marketing inizia con la definizione degli obiettivi e l'email marketing non è diverso. Per eseguire una campagna di email marketing di successo, pensa a ciò che vuoi raggiungere. Gli obiettivi tipici di una campagna di email marketing sono:
  • Iniziare a comunicare con i Lead generici provenienti da Fiere, Eventi o DB
  • Raccogliere nuovi lettori e Lead
  • Promuovere eventi, webinar o servizi (prima si provare a fare una vendita)
  • Nutrire i clienti esistenti fornendo contenuti di approfondimento
  • Inviare promozioni, coupon, advertising
  • Segmentare i contatti in base all'invio di più campagne per indirizzare solo news mirate

Trasformare i contatti in acquisti

Ognuna delle attività sopra descritte viene sviluppata tuttavia con un unico obiettivo finale: trasformare i contatti in acquisti.

Ogni singolo messaggio ed interazione con l'utente ha lo scopo di trasformarsi in opportunità, spingendo il cliente ad almeno una richiesta di informazioni. Possiamo prenderla larga quando vogliamo: inviando e-book e inviti a webinar gratuiti, video a puntate o prodotti omaggio, ma lo scopo finale rimane far appassionare il cliente a ciò che l'azienda fa e vende, in modo da renderlo partecipe e felice di acquistare i prodotti/servizi.

Nella vendita 2.0 lo scopo del primo contatto non "vendere a tutti i costi", ma semplicemente "informare", "nutrire", "coccolare" il potenziale cliente. Da questo punto di vista ritengo veramente interessanti i nuovi concetti instaurati con l'avvento delle tecniche di Inbound Marketing.

Le fasi dell'Inbound Marketing

L'immagine qui sotto riassume brevemente le 4 fasi dell'Inbound Marketing: attirare, convertire, vendere, farsi ricordare.


Lo scopo di ogni fase è la ricerca di interazione con il cliente, con l'obiettivo di attirarlo, convertirlo e spingerlo all'acquisto, per poi successivamente trasformarlo in cliente-fedele, che nel tempo potrebbe rivelarsi sia promotore di passaparola che un vero e proprio brand ambassador (cliente ambasciatore del marchio), ovvero colui che non solo ne parla bene ma si identifica talmente nel brand da portarlo come esempio positivo e convincere amici e conoscenti ad acquistarlo.

Perchè l'email marketing rimane strategico

L'email marketing si conferma uno degli strumenti che in parallelo a quelli indicati nelle 4 fasi consente di comunicare con prospect, lead e clienti. In ogni fase è possibile utilizzare l'email marketing per specifici obiettivi, differenziati ovviamente al contesto e alla tipologia di cliente.

Grazie all'email marketing inoltre, è possibile monitorare in tempo reale ciò che piace e non piace all'utente, magari con A/B Test, analisi delle landpage e dei dati incrociati tra andamento newsletter e comportamento degli utenti grazie anche a Google Analytics.

+simoneserni | Google+
Follow me on: Google+: +Simone Serni   
Twitter: MediaMktgIT
Facebook: MediaMktgItalia
LinkedIn: simoneserni
SlideShare: simsern