Latest Posts:


Advertising: ecco come Facebook utilizzerà Instagram nel futuro


Molti di noi utilizzano Instagram, perlopiù con profilo personale postando fotografie con amici, di vacanze o di luoghi visitati. Negli ultimi 2 anni Instagram ha riscosso sempre più interesse anche da parte delle aziende. E' molto interessante seguire brand famosi come BarillaUS, MCDonald's, Nike, Adidas, Gucci ed altri, analizzando come le immagini pubblicate vengano utilizzate con acume al fine di far avvicinare l'utente non tanto e solo ai prodotti quanto invece ai valori che il brand esprime e vuole rappresentare nella società attuale.

Non posso scordare la mia sorpresa, mentre seguivo un noto marchio di moda, veder pubblicate moltissime loro fotografie riguardanti statue maschili di opere d'arte italiane, intervallate a immagini di sfilate e capi d'abbigliamento. Era ovvio che il loro target di riferimento fosse esplicitamente il mondo degli omosessuali. E' molto interessante vedere come la comunicazione sappia modellarsi in base agli interessi degli utenti.

Ma questo approccio prettamente romantico di Instagram, è destinato ahimè a cambiare radicalmente: presto infatti Instagram saprà quanti anni abbiamo, quali brand di abbigliamento ci piacciono, se amiamo i gatti o i cani, se preferiamo le gite al mare o in montagna, se seguiamo movimenti politici o se siamo sensibili a cause di beneficenza e moltissimo altro.

Come? Tutte queste informazioni verrano prese dai database di Facebook e incominciano ad essere più chiari alcuni dei piani che Mark Zuckerberg ha in serbo per Instagram, comprato nel 2012 per un miliardo di dollari: profilazione e advertising. Come ha scritto Business Insider, al momento solo brand di grandi dimensioni hanno la possibilità di fare advertising su Instagram, ma a partire dal mese di luglio, Instagram ha intenzione di ampliare il proprio range ed aprire anche alle aziende di dimensioni più ridotte.

Entro la primavera 2016 gli strumenti per l’acquisto di spazi pubblicitari su Instagram saranno integrati con quelli di Facebook, consentendo ad ogni brand che fa già pubblicità su Facebook di acquistare annunci anche su Instagram.

Questo post presente sul blog ufficiale di Instagram comunica pubblicamente come la società stia lavorando ”per dare a tutte le imprese la possibilità di raggiungere le persone giuste” attraverso l’integrazione delle API di Facebook e Instagram.

Inoltre, “le persone vogliono entrare in contatto con aziende di ogni dimensione su Instagram, dai loro negozi di abbigliamento preferiti vicino casa ai ristoranti, fino ai più grandi brand del mondo”. A questo proposito, secondo Forbes si tratta di un cambiamento epocale per Instagram: un reale serio tentativo di ricavare guadagno da una piattaforma fino ad oggi prettamente Social, a ben 3 anni dall'acquisto da parte di Facebook.

+simoneserni | Google+
Follow me on: Google+: +Simone Serni   
Twitter: MediaMktgIT
Facebook: MediaMktgItalia
LinkedIn: simoneserni
SlideShare: simsern


Google+ LinkedIn

About Simone Serni

Fondatore di Social Media Marketing Italia svolge attività di docenza corsi e consulenza su: Digital Marketing, Brand Building, Motivazione, Leadership, Personal Branding.