Latest Posts:


Come diventare ricco in 10 mosse, ecco il profilo del milionario

Secondo le ultime statistiche di ricerca dell'Office For Nationals Statistics (Ons) che ha reso pubblici i nuovi dati sulla ricchezza nazionale, sembra sia possibile tracciare il profilo del "potenziale milionario". Colui che ha le giuste opportunità per riuscire a raggiungere 1.000.000 di euro tra i 50 e i 60 anni.

I dati non mentono: in Inghilterra, negli ultimi anni, il patrimonio degli adulti laureati è cresciuto sensibilmente, ben il 20% dei laureati (oggi con 50 anni) ha raggiunto 1 milione di sterline di capitale.

La Laurea peró non è l'unico indicatore, gli altri indicatori sono: essere sposati (un solo matrimonio), lavorare in proprio, avere circa 50 anni, aver fatto scelte economiche rilevanti negli anni, specializzazione.

DIVENTARE RICCHI. Tutti noi vorremmo scoprire una pozione magica per diventarlo o ricevere i giusti consigli che ci facilitino nell'impresa. Bene, se cercate consigli potete già da subito iniziare a seguire i seguenti 10, suddivisi in 5 consigli di studio + 5 consigli di stile di vita.

RICCHI IN 10 MOSSE
Secondo il World Wealth Report 2013, pubblicato da Capgemini e Rbc Wealth Management, in Italia gli individui che dispongono di un patrimonio liquido di almeno 1 milione di euro ha raggiunto quota 176mila, in crescita del 4,5%, un dato che decuplica se vengono aggiunti immobili, titoli, ecc. In fin dei conti, allora, meglio iniziare a tener bene di conto dei seguenti consigli: 

1) STUDIA, FAI L'UNIVERSITÀ
Il 20% dei laureati britannici riescono a raggiungere entro i 55 anni i fatidici 1 milione di sterline. A parità di età e ambito lavorativo anche in Italia un laureato ha maggiori possibilità di successo e guadagno. N.B.: mai perdere di vista il mercato e gli andamenti.

2) NON SMETTERE MAI DI SPECIALIZZARTI
Chi ha successo in realtà non lo raggiunge per caso. Devi puntare sulla specializzazione, non smettere mai di imparare (fai corsi o master) e cerca di diventare "unico". Devi riuscire a  distinguerti dalla massa.

3) VAI ALL'ESTERO
La mobilità, la conoscenza di altre lingue e di culture diverse si rivelano un vantaggio competitivo e allargano le vedute (il modo di pensare).

4) CAMBIA SPESSO AZIENDA
Se sei un dipendente o manager, riesci a monetizzare il tuo valore solo se cambi spesso azienda (con oculatezza). Non farti condizionare solo dallo stipendio, ma tieni conto delle prospettive, delle conoscenze che puoi fare e del team di lavoro.

5) CREA UN'AZIENDA TUA
Secondo Eurostat, in Europa, il 14% di coloro che sono titolari d'impresa vanta un patrimonio personale superiore al milione di euro.

6) RISPARMIA POCO MA COSTANTEMENTE
Chi vanta di patrimoni interessanti pur non avendo alle spalle un passato da ricco ha saputo risparmiare negli anni con piccole somme ma costanti (pensando alla pensione).

7) VAI DOVE I COLLEGHI NON VOGLIONO ANDARE
Per raggiungere traguardi importanti, gli esperti dicono che, serve un cambio di rotta e fare qualcosa di folle, ovvero "acchiappare" le opportunità che gli altri giudicano assurde o non accettabili. Oppure, basta accettare quel posto in Kazakhstan che nessuno vuole e da lí proporti per altri ruoli e intensificare un buon rapporto con i capi ed i finanziatori.

8) SPOSATI GIOVANE E CERCA DI NON DIVORZIARE
Le statistiche dimostrano che vita privata e accumulo di ricchezza sono correlati. Il 78% degli uomini Top 500 di Forbes risultano sposati da tutta la vita con la stessa donna. In Europa il 16% degli uomini che ha raggiunto 1 milione è coniugato, i single e i risposati hanno percentuali minori. Chi si sposa giovane ha maggiormente spinto a cercare percorsi remunerativi proficui e a risparmiare per assicurare un buon futuro al proprio nucleo familiare. 

9) FAI FIGLI MA NON ESAGERARE
Avere un figlio da giovani orienta a investire e risparmiare, cercando metodi per aumentare le entrate. L'87% dei super-ricchi hanno un erede, oltre il 60% ne ha due; mentre già con il terzo figlio la famiglia tende a rimanere intrappolata nella fascia media, anche per chi ha lavori ben retribuiti.

10) COMPRA CASA PRESTO O NON COMPRARLA MAI
L'acquisto di una proprietà da giovani porta alla responsabilizzazione e alla massificazione dei guadagni. Inoltre, è possibile ritrovarsi ai 50 anni con un capitale immobiliare proprio a disposizione per rendite da affitto o da vendita. Altrimenti, è meglio la scelta estremista di non comprare mai nessuna casa, seguendo la strada della carriera e lasciandosi attrarre da lavori a forte mobilità (es. lavorari all'estero); questo ti permettere di accantonare soldi per la pensione proprio come è di moda in Inghilterra e negli USA dove: l'acquisto del 44% delle case avviene tra i 55 e i 64 anni, solo in previsione degli anni di pensione. 

+simoneserni | Google+

Follow me on: Google+: +Simone Serni
Twitter: MediaMktgIT
LinkedIn: simoneserni 
SlideShare: simsern 
#success #ricco #ricchezza #successo
Google+ LinkedIn

About Simone Serni

Fondatore di Social Media Marketing Italia svolge attività di docenza corsi e consulenza su: Digital Marketing, Brand Building, Motivazione, Leadership, Personal Branding.