Latest Posts:


Se ogni Social Media fosse una droga...

Ogni social media è una droga, quale preferisci?
Non è la prima volta che i socia media vengono accostati ad una vera e propria droga sociale. Ma in questa infografica è stato fatto un passo avanti, aggredendo in modo ironico l'essere stesso di ogni singolo Social Network/Media. E' risaputo, di "malati" di social media ne è pieno il mondo... mi ci metto anche io ;)

Controlli lo smartphone appena ti svegli la mattina, visualizzi i re-tweet, chi sono i nuovi follower. Passi a Google+ per vedere se ci sono nuove notizie da postare. C'è chi posta il suo check-in ogni volta che entra in un negozio o una stanza diversa di casa : ), c'è chi vuol far sapere al mondo intero gli "aforismi" che ama, i suoi cari "video youtube". Maniaci? No, semplicemente malati di social media (#socialmediaaddicted).

La californiana Retrevo ha pubblicato l'indagine «I social media sono una dipendenza?», in cui si scopre che, tra gli intervistati, il 48% controlla e aggiorna il profilo su Facebook e Twitter anche dopo essere andato a dormire. Ancora più numerosi (53%) quelli per cui i social sono il primo pensiero del mattino. Il 28% dichiara di accedere alle reti sociali prima di alzarsi dal letto.

Un passo "ironico" avanti.
In questa infografica vengono associate lediverse droghe ai social media. 

Facebook, è la marijuana, "così popolare che probabilmente anche i tuoi genitori la stanno usando"
Twitter,  sono le amfetamine. Super veloce e rende tutto semplice in un lampo, pochi caratteri ed hai un quadro chiaro.
LinkedIn, è la cocaina. Il successo è lì, davanti a te, in qualche posto ma "down the line". E' di élite, solo per pochi. Per professionisti.
GooglePlus, è l'alcohol. Lo usi perché ti rende forte, quasi un supereroe, ma lo odi ogni volta che lo usi.
YouTube, è il tabacco. E' dura non farsi prendere dal vizio. Una volta iniziato non ne fai più a meno.
Friendster, è la colla da sniffare. Nessuno la usa più, è una moda passata da anni.
Reddit, è il metadone. Brutto e crea vera dipendenza. Nessuno dei matti che lo usano viene considerato cool, anzi è vero il contrario.
MySpace, sono i funghetti allucinogeni. Le persone ne hanno sentito parlare ma non ci fanno più caso, anche questa è una moda ormai passata.
Foursquare, è la pipa. E' quasi "no-sense", è nata già vecchia. Se la usi ti fa quasi sembrare stupido, ma sono ancora in tanti, e ci credono... chissà, avranno ragione loro?
Pinterest, è LSD. Immagini e colori per espandere la propria mente a nuovi ed incredibili mondi. In tanti la definiscono "tempo perso", ma... è comunque un'esperienza da fare.
Instagram, è il crack. Sei sicuro che ti faccia più intelligente? ; ) Fare migliaia di selfie al giorno e foto di parti del tuo corpo è la cosa più intelligente che sai fare? Se lo usi, almeno, fallo con strategia! Sii più creativo.
#socialmedia #marketing #drugs

Google+ LinkedIn

About Simone Serni

Fondatore di Social Media Marketing Italia svolge attività di docenza corsi e consulenza su: Digital Marketing, Brand Building, Motivazione, Leadership, Personal Branding.