Latest Posts:


La guida a Google Plus per il marketing B2B - Infografica


Visualizza l'infografica in grande
LA GUIDA A GOOGLE PLUS IN INFOGRAFICA
Dopo un inizio lento, Google+ adesso sta incrementando la sua presenza e si sta indirizzando a diventare uno dei social media più importanti (e strategici dal punto di vista SEO). Ad oggi, è appena dietro Facebook e Twitter, ma sta incrementando sensibilmente il traffico mensile (numero di utenti attivi).

Visualizza l'infografica in grande >

Già molti Blogger e persone influenti stanno utilizzando G+ per la propria visibilità online, ovviamente continuano a mantenere la loro pagina Facebook attiva, ma sanno bene che G+ offre loro alcuni plus che gli altri social non hanno: 

1) Facilita l'ottimizzazione sui motori di ricerca, SEO;  
2) Garantisce "credibilità" e "diritto d'autore" grazie ad "authorship";  
3) E' una piattaforma che offre infiniti tool, tutti collegati tra loro (il mondo Google) 

Il Business-to-Business in particolare, non può permettersi di ignorare le potenzialità di GooglePlus. In questa infografica "La guida a GooglePlus per il Marketing BtoB" vengono delineati i punti di forza.

A. MAGGIORE VISIBILITA'
I profili GooglePlus hanno maggiore visibilità in termini di rank di ricerca su Google. I contenuti creati su G+ hanno un maggiore impatto SEO. Anche i link che si creano da G+ verso altri siti web avranno un'importanza sempre maggiore.

Gli addetti ai lavori dicono che entro 5 anni "ogni azienda avrà un proprio profilo G+". Perché non pensarci già adesso?

B. INFINITI TOOL
Utilizzando G+ ti accorgerai che tutti gli altri tool Google sono collegati. Potrai ad esempio chiedere a Google il PIN di verifica (spedito via cartolina al tuo indirizzo aziendale) che "certifica" la posizione sulla mappa GoogleMaps della tua azienda.

Authorship è stato creato da Google proprio per garantire e certificare che i tuoi contenuti rimangano di tua "proprietà", ovvero gli altri potranno certo copiarli e postarli ma Google riconoscerà che tu sei il primo creatore di questi e quindi darà a te maggiore valore in termini di SEO.

C. LE CERCHIE
G+ ti accorgerai che è organizzato diversamente da Facebook. Su G+ sei tu a creare "le cerchie" (decidi il titolo, ad esempio amici università), e sei tu ad inserire le persone all'interno. Loro non devono accettare l'amicizia come accade su FB.

In un certo senso, G+ ti permette di crearti un vero e proprio "database" di contatti suddivisi per cerchie, ai quali potrai mandare dei messaggi singolarmente. Inoltre, hai la certezza che i tuoi post verranno sempre pubblicati/visualizzati nella loro board notizie.

I tuoi contenuti diverranno così, velocemente, condivisibili da centinaia di persone.

#googleplus #socialmedia #marketing #infographic

Google+ LinkedIn

About Simone Serni

Fondatore di Social Media Marketing Italia svolge attività di docenza corsi e consulenza su: Digital Marketing, Brand Building, Motivazione, Leadership, Personal Branding.