Latest Posts:


Google+: come trovare i contatti giusti, coinvolgerli e ottenere successo

Guida rapida per trovare i contatti giusti e mantenerli con una strategia social.

Sei già su G+, hai un bel profilo (anche aziendale), ma il problema è... vuoi coinvolgere i tuoi contatti-follower a condividere i tuoi contenuti. Come fare?

1. CREARE CERCHIE (strategia da CRM)
Innanzitutto devi creare delle "cerchie", in modo da poter gestire con facilità i tuoi contatti, ed inserirli nel momento opportuno da "potenziali" a "persone coinvolte" a "influencer".

Qui un esempio di come puoi nominarle (la lettera A serve a riconoscerli subito ed averli come prima scelta nella lista delle cerchie):
• A - potenziali
• A - persone coinvolte
• A - influencer
Posizionate le nuove cerchie prima di quelle preesistenti in modo da averle sempre sott’occhio nella barra di navigazione.

2. INIZIARE LA RICERCA
Inizia la ricerca tramite l’uso di hashtag e parole chiave; ovviamente relative alla tuo target di riferimento. È possibile filtrare la ricerca per avere risultati il più possibile utili. Puoi anche filtrare per persone, post, community, foto hangout ed eventi.

Non dimenticare di fare la ricerca anche sulle pagine dei tuoi diretti competitor.

3. INTERAGIRE
Ora non ti rimane che *inserire i contatti trovati dalla tua ricerca nella cerchia dei "potenziali candidati"* ed iniziare a interagire con loro. Puoi iniziare semplicemente con un ringraziamento per le loro condivisioni, ad esempio.
Continua ad interagire con tutti ma soprattutto con quei contatti che vedi più attivi sui vostri post, ed inseriscili nella cerchia "persone coinvolte". Conquista la loro fiducia, leggi i loro post, metti +1, condividili e commentali.
Controlla nel tempo i feedback, cosa hanno postato di tuo, chi ha fatto più +1 ai tuo post. Se necessario crea nuove cerchie.

4. CONSOLIDAMENTO DELLA RELAZIONE
Dopo aver individuato i tuoi influencer e aver iniziato ad interagire con loro, devi consolidare la relazione. Come fare? Invia loro una email con un messaggio "speciale", può essere un invito ad un evento, ad un hangout, una promozione, un white paper in regalo, ecc. Importante: non deve sembrare SPAM!!

Nella stessa email puoi dare i tuoi contatti (o aziendali) verso altri social: Twitter, LinkedIn, Pinterest, Facebook, ecc. in modo da creare maggiore relazione ed interazione per il futuro. Puoi anche chiedere di iscriversi alla tua newsletter.

Dopo questa operazione, i contatti "interessati" saranno un numero ristretto. ecco, questi potranno essere definiti: i tuoi "evangelist", cioè coloro che potenzialmente possono aiutarti a fare brand building verso altre persone ed accompagnare il tuo brand sul web. Appena trovati, dovrai ricordarti di mantenere una buona relazione con loro, condividere sempre con loro, scambiarsi i +1, leggere il loro blog, ecc.

#googleplus #socialmedia #marketing #webstrategy
Fonte: ninjamarketing - Claudia Dani


Google+ LinkedIn

About Simone Serni

Fondatore di Social Media Marketing Italia svolge attività di docenza corsi e consulenza su: Digital Marketing, Brand Building, Motivazione, Leadership, Personal Branding.