Latest Posts:


Visual Storytelling, il lettore si ricorderà più facilmente di te e del tuo brand

Visual Storytelling: l'arte di raccontare con le immagini.

Dobbiamo ringraziare i Social Media, soprattutto quelli prettamente "visuali" (vedi Instagram, Pinterest), altrimenti forse il Visual Storytelling e con esso il Visual Marketing (comprendendo le infografiche) avrebbero trovato difficoltà nel riaffermarsi.

Da sempre, l’immagine è un elemento strategico nel marketing, ma forse mai come in questo momento storico. Ripeto: dobbiamo ringraziare le nuove tecnologie che hanno permesso un uso così dilagante di strumenti Social basati su caratteristiche "visual" (smartphone, tablet, Facebook, LinkedIn, Pinterest, tutte le App di gestione delle immagini, ecc.).


Anni fa, lo Storytelling era una tecnica utilizzata prettamente nella Pubblicità televisiva, nel Cinema e in Teatro. Oggi, è uno degli strumenti più importanti per chi fa Social Marketing. Grazie allo Storytelling ogni azienda ha l'opportunità di narrare una propria storia utilizzando semplici fotografie, immagini, video, micro-video Vine, magari migliorati esteticamente grazie a filtri particolari presenti nelle tante App gratuite, e in un click vengono pubblicati sul web, sui Social o è possibile fissarli su un'accattivante infografica.

Grazie ad una storia l'azienda riesce ad attirare l'attenzione dei consumatori. Quest'arte ha origini antiche: racconti epici, fiabe, pittogrammi, pittura, scultura. Tutte le arti antiche si basavano sulla narrazione di una storia. E' l'arte di raccontare con le immagini, oggi nel marketing si chiama: Visual Storytelling.

Grazie al Visual Storytelling le aziende hanno l'opportunità, in modo diverso (non più solo a parole) di raccontarsi, creando curiosità, empatia e condivisione con i clienti. Le ricerche scientifiche dicono che: la narrazione visiva facilita il ricordo, perché le immagini si imprimono nella memoria con più velocità e facilità (anche comprensiva) rispetto alle parole o ai testi scritti.


Le immagini sono immediate, efficaci. Il testo scritto invece deve essere compreso sia in termini di segno grafico che come significato (senso logico del discorso).

Il nostro cervello riesce a ricordare più facilmente gli elementi visuali, mentre fa molta più fatica su quelli scritti (testo) o quelli ascoltati (parole). 

Come può un'azienda utilizzare al meglio il Visual Storytelling?

La risposta è semplice. Attraverso la creazione di immagini/foto o video che raccontano le attività aziendali, i servizi o dei particolari prodotti. Ciò a cui si deve far attenzione, è creare un vero e proprio "storyboard" come avviene per gli spot pubblicitari (in stile fumetto), con una vera pianificazione nell'utilizzo delle immagini (didascalie e testi), la sequenza, la narrazione, senza dimenticare l'obiettivo. Sì, serve sempre avere un obiettivo: "Cosa voglio far capire/percepire attraverso questa storia?" "Cosa voglio raccontare?". Nella maggior parte dei casi il visual Storytelling si indirizza verso la narrazione di storie molto brevi, curate (preparate anche da specialisti di Teatro o Cinema), e sono spesso di carattere divertente/ironico o formativo.

Nel marketing, oggi, viene utilizzato anche il termine "visual content marketing" con radici al visual marketing i cui albori risalgono agli anni ’60 quando l’autrice Susan Sontag, nelle sue Notes on camp, conferiva all’oggetto visivo un’aurea simbolica, suggestiva ed evocativa. Le tecniche di visual content marketing odierne, infatti, tendono ad abbracciare temi di psicologia cognitiva e della percezione. Non a caso molti brand utilizzando veri specialisti cinematografici per realizzare Storytelling accattivanti e durature.


LE 10 REGOLE D'ORO per chi vuole fare Storytelling:

  1. Utilizzare di più le immagini: sul sito web, nelle presentazioni, all'interno delle brochure, negli stand fieristici, ecc. Dobbiamo abituarci ad usare meno testo scritto e più immagini. Il cervello, grazie alle immagini elabora il 90% dei dati in più rispetto a quello quello che riesce ad elaborare dalle informazioni testuali (dato uno stesso periodo temporale).
  2. Utilizzare i video. Per un nuovo prodotto o una nuova linea, inizia ad usare un video ben fatto. Non serve spendere 1000 o 2000 euro, può essere fatto anche con una fotocamera hd portatile, il più è saper fare un buon montaggio (con stile e taglio moderno).
  3. Utilizza i social media per postare foto o video aziendali che rimandano a pagine del sito o del blog, in questo modo ti assicuri l'incremento delle visite mensili.
  4. Cerca l'engagement con i clienti, chiedi loro l'amicizia su Pinterest, Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, sono i non-luoghi più frequentati dalle persone, e queste possono diventare un veicolo importante del tuo brand.
  5. Infografiche: utilizza il nuovo stile visual, le infografiche, per spiegare un tuo servizio o un tuo prodotto.
  6. SEO: de hai un badget, utilizzalo per migliorare la SEO (ottimizzazione dei tuoi contenuti sui motori di ricerca), perché solo così i potenziali clienti riusciranno a trovarti quando cercano su Google.
  7. Evita lo spam, cioè non postare troppo spesso solo articoli che ti riguardano, non infastidire i clienti con troppe newsletter alla settimana (già 1 è tanto).
  8. Cerca tra i tuoi dipendenti qualcuno che sia più incline all'utilizzo dei social o dei video, in questo modo potrà aiutarti nella creazione dei contenuti (nei vari formati).
  9. Visual storytelling è anche semplicità, una serie di fotografie riguardanti i processi di trasformazione di un tuo prodotto o i diversi team di lavoro. Non serve per forza trovare formule dirompenti, è sufficiente dare una logica ed uno stile alle proprie fotografie, magari usando dei filtri particolari, vedi Instagram o altre app creative per rendere i tuoi visual più singolari e accattivanti). Al termine di tutto, puoi realizzare un'infografica, che sintetizzi tutti i concetti in un'unica immagine grafica (che narra una storia).
  10. Non perdere tempo. Al termine della lettura di questo articolo, non lasciar volare via le tue idee. Fatti un appunto, butta giù le tue riflessioni, magari condividile con altri tuoi collaboratori. Inizia subito a creare idee per i tuoi Visual Storytelling.
Follow me on: Google+: +Simone Serni
Twitter: MediaMktgIT
LinkedIn: simoneserni
SlideShare: simsern 
#visualmarketing #visualstorytelling #storytelling #webstrategy #socialmedia #marketing

Google+ LinkedIn

About Simone Serni

Fondatore di Social Media Marketing Italia svolge attività di docenza corsi e consulenza su: Digital Marketing, Brand Building, Motivazione, Leadership, Personal Branding.